IMPRESE E SOSTENIBILITA’

Essere eco conviene?

Prima di rispondere a questa importante domanda occorre prima capire insieme cosa si intende per ambiente e sostenibilità.

L’ambiente non è solo lo spazio che ci circonda, ma il complesso di condizioni sociali, culturali e morali che ci definisce.

Come diceva Josè Ortega y Gasset:

“Io sono me più il mio ambiente e se non preservo quest’ultimo non preservo me stesso”.

Fondamentale per l’ambiente è la sostenibilità, un concetto che analizzeremo in tutte le sue forme, perché riguarda ogni aspetto della nostra vita.

Prima dell’era della transizione ecologica, abbiamo sempre considerato l’ecologia come un settore a sé. Nel dibattito attuale abbiamo potuto vedere come, invece, l’ambiente e la sostenibilità coinvolgano tutti i settori, economici e non, a cominciare dalla salute, dall’economia, fino ad arrivare ai servizi e al sociale.

Dall’agricoltura all’edilizia, dall’energia ai trasporti, tutto è ambiente e tutto è nell’ambiente. La tutela della salute fa da cappello a tutto il resto e solo con la tutela dell’ambiente in cui viviamo si può tutelare la salute dell’intero Pianeta.

COSA PUÒ FARE UNA IMPRESA PER ESSERE PIÙ SOSTENIBILE

Ogni settore, economico e non, può e deve affrontare la questione ambientale in chiave migliorativa, investendo in innovazione, ricerca, efficientamento, o semplicemente tramite le cosiddette best practice.

Quali sono i comportamenti “sostenibili”?

Da una indagine ISTAT risulta che nel 2018, circa sette imprese su dieci (con 3 o più addetti) hanno dichiarato di impegnarsi in azioni per migliorare il benessere lavorativo del proprio personale, per ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività, e per migliorare il livello di sicurezza all’interno della propria impresa o nel territorio in cui operano.

Rispetto al rapporto con altri soggetti e con il territorio, quasi un terzo sostiene o realizza iniziative di interesse collettivo esterne all’impresa; una quota analoga supporta o realizza iniziative a beneficio del tessuto produttivo del territorio in cui opera.

(fonte ISTAT 2018 https://www.istat.it/it/files/2020/06/Sostenibilit%C3%A0-nelle-imprese.pdf)

Quali sono le motivazioni alla base della decisione di queste imprese virtuose?

Le motivazioni alla base di una svolta green delle imprese italiane sono molteplici, tra le quali spiccano:

  • ridurre l’impatto ambientale;
  • migliorare il benessere lavorativo
  • sostenere e realizzare iniziative di interesse collettivo e di sviluppo economico;
  • incrementare i livelli di sicurezza.

Sustainable Developments Goals

Le attività svolte dalle Nazioni Unite in tema di Sustainable Developments Goals, con riferimento in particolare al Goal 12 (Garantire modelli sostenibili di produzione e consumo) dell’Agenda 2030 e le iniziative dell’Oecd sulla ricognizione dei sistemi internazionali disponibili per la valutazione della responsabilità sociale dell’impresa, rappresentano esempi importanti di attenzione crescente al fenomeno.

Tra i vantaggi, riportati nell’indagine, di una svolta “green” nel management aziendale, spiccano soprattutto quelli economici, il che significa una vera opportunità che qualunque azienda può sfruttare a suo beneficio.

Vedremo nei prossimi approfondimenti quali sono le strategie possibili e gli ulteriori vantaggi che è possibile raggiungere attraverso questo percorso.

Nel frattempo, per informazioni sui servizi forniti da Green Feeling, o per conoscere il vostro potenziale green potete contattarci per una consulenza gratuita attraverso i nostri contatti che trovate sul nostro sito.

Arch. Serena Ciammaruconi

Team Green Feeling

 info@greenfeeling.it

 +393403674896   

www.greenfeeling.it/

Al prossimo approfondimento.

    Leave Your Comment Here